Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

...con Carlo Conti

I bambini di Gaza sognano la scuola

Mentre l’estate se ne va, leggo il bilancio di un gruppo di ragazzi. È quasi un coro: vacanze belle, ma troppo corte, che peccato tornare a scuola. Poi mi capita sotto gli occhi un articolo di Rania Al Abdullah,regina di Giordania, e capisco perché la palestinagiovane e affascinante signora sia stata nominata "difensore emerito dell’Unicef per l’infanzia".
 
Rania racconta la storia di Ayman e dei suoi amici. È un ragazzo di 14 anni che vive nella Striscia di Gaza, territorio palestinese (378 km quadrati, 650 mila abitanti) dove la guerra non finisce mai e si vive nel terrore e nella fame. I palestinesi un tempo erano tra i popoli più istruiti del Medio Oriente. Oggi, dopo anni di violenze e povertà, ai ragazzi sono negati tutti i diritti, anche quello di studiare.
 
Ayman si impegna molto a scuola, ma nella piccola aula che divide con altri 47 compagni, le condizioni di apprendimento sono difficili: non solo il doppio turno, ma anche libri divisi a brandelli, perché non ci sono per tutti. Le lezioni poi, avvengono tra sparatorie e bombardamenti. Duemila ragazzi, negli ultimi 5 mesi, hanno dovuto abbandonare la scuola. E adesso sognano di poterci tornare presto. Conclude Rania: "I bambini di Gaza sono un raggio di luce nell’oscurità. Meritano un’occasione per poter splendere".
 

Ragazzo-computer maestro di scacchi

Dicono che Fabiano Caruana, 15 anni, "grande maestro" di scacchi, sia il più straordinario talento dell’ultimo secolo. Certo, è un fenomeno che stupisce il mondo e non a caso ha rilasciato un’intervista a Mondo Erre l’anno scorso. È stato scoperto da un famoso talent-scout quando aveva 8 anni e giocava su una scacchipanchina di New York. In pochi minuti mandava a casa storditi dozzine di adulti che lo sfidavano. A quei tempi i Caruana vivevano a Brooklyn, dove papà Luigi faceva l’agente immobiliare e mamma Santina ripensava alla sua sterminata famiglia partita da Francavilla sul Sinni, in Lucania.
 
Ora abitano a Budapest, in una casa piena di computer. La giornata del ragazzo è lunga e impegnativa: 6 ore di lezioni con l’insegnante russo e altre 3-4 ore di gare su internet. Le mosse schizzano sul display a velocità che menti normali non possono seguire. Mamma Santina commenta: "A volte mi spavento a immaginare quello che c’è nella testa di mio figlio". Lui - alto, magro e occhialuto - sorride e rassicura: "Nessun pensiero particolare, soltanto voglia di vincere".
 

Bollicine pericolose

Le bevande energetiche sono sotto accusa. Secondo uno studio medico americano i cosiddetti "energy drink", molto consumati dai ragazzlattinai, hanno un effetto ipereccitante, tendono a ridurre il senso del pericolo e quindi mettono a rischio chi li beve. Tutte le marche sono chiamate in causa: Monster, Rockstar, Full Throtte, Sabe No Fear, Amp, Burn, Adrenalina, Tiger e molte altre, compresa la leader del mercato mondiale, l’austriaca Red Bull, quella che in un noto spot "ti fa mettere le ali".
 
I produttori, ovviamente, respingono le accuse e dicono: "Le nostre bibite sono sicure come tutte le altre". Ecco, temo che il problema sia proprio lì: detto senza enfasi, sono proprio sicuri i beveroni colorati e gassosi che ci propongono? Il vero danno, però, credo sia la cultura della performance ad ogni costo che si portano dietro. Per l’illusione di una vita frizzante da invincibili l’anno scorso in Italia sono state stappate 90 milioni di queste lattine. Troppe, mi sembra.
 

CARLO CONTI RISPONDE

La festa delle donne

Ho letto un breve articolo sul numero dello scorso marzo di Mondo Erre
dove si parlava della festa delle donne. Mio fratello sostiene che la data in cui si festeggia tale ricorrenza, appunto l’8 marzo, è frutto di una bugia. Secondo lui, non è mai accaduto l’incendio alla fabbrica dove morirono, in quel giorno dei primi del Novecento, tante donne. Ha ragione?
Gabri Boccaccio
 
Carissima Gabri,
mi sono documentato sull’effettiva verità intorno a questa data. In realtà, ci sono varie versioni. La più accreditata è quella raccontata su Mondo Erre,che risale all’8 marzo 1908. 129 operaie perirono nell’incendio della loro fabbrica tessile a New York dove erano state rinchiuse dal proprietario per impedire loro di uscire per scioperare.
 
Un’altra versione, invece, indica l’8 marzo 1848, quando oltre 30.000 lavoratrici dell’industria dell’abbigliamento sfilarono a New York per reclamare i loro diritti negati.
 
Altri storici, riconducono alla stessa data l’insurrezione avvenuta contro il re di Prussia. Per calmare i dimostranti inferociti, il sovrano fece alcune promesse, tra cui quella di concedere il diritto di voto alle donne.
 
A questi episodi, se ne aggiungono altri. Qualsiasi sia la verità, una cosa però è certa: al centro c’erano sempre le donne e i loro diritti negati. E con le loro manifestazioni sono riuscite a cambiare la società.

©Mondo Erre - Carlo Conti 

 

 

 

 

 

Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10