Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

...CON CARLO CONTI

L’ultimo dei moicani
Dopo i punk e gli skinheads arriva dagli Stati Uniti la nuova moda del “Mohawk cult”, un taglio di capelli che ricorda l’omonima tribù di indiani sopravvissuta nelle riserve del Canada. Sembrano creste di gallo, ma non mi fanno ridere perché ricordo il look della mia adolescenza, capelli a caschetto come i Beatles, e quello dei miei zii, basettoni che scendevano sino al mento.
Poi arrivarono i “Figli dei fiori” (’65-70) con i capelli lunghissimi sulle spalle; seguirono i punk (1980) con i ciuffi di capelli colorati di rosso o di verde e i tagli aggressivi delle tribù metropolitane e rockettare; infine comparvero (1985) i Redskin, con la testa rasata.
Gli antropologi spiegano che queste tendenze in apparenza futili rendono l’identità multipla. Mode che si indossano per un periodo sempre più breve e delle quali i ragazzi si sbarazzano senza troppi rimpianti. Per provarne altre. Ma in fondo c’è sempre la stessa, antica voglia di apparire e non sentirsi soli.

Cellulare “delatore”
Attenti ragazzi, altro che “videochiamami” o “tutto intorno a te”! Claudio Amendola e Megan Gale potrebbero presto essere sostituiti da testimonial meno aitanti e più severi: per esempio da un preside o da una professoressa di matematica.
Una scuola media di Roma ha inaugurato un servizio di controllo per smascherare chi marina. Non rispondi all’appello? Parte subito una telefonata diretta al cellulare di mamma o papà. Non vale: il telefonino è uno strumento per e non contro i ragazzi. È al centro della loro vita, quasi una protesi. E poi dove va a finire la privacy? Senza contare che se non c’è un po’ di fiducia…
Scherzi a parte, sappiamo tutti che non si va a scuola per accontentare i genitori o per dare lavoro agli insegnanti. Sappiamo anche che è da stupidi perdere una lezione. Però questa storia del cellulare “delatore” non mi piace affatto.

Il sudoku non conta
Ho letto da qualche parte che si sta organizzando – tramite Internet, manco a dirlo - un campionato mondiale di Sudoku riservato ai ragazzi. È quel rompicapo arrivato dal Giappone per il quale mezza Italia ha trascorso l’ultima estate dando i numeri. Ho provato anch’io, perché grazie a Dio sono curioso. Ma ho lasciato subito perdere, per manifesta incapacità di concentrarmi sui numeri.
Fateci caso, i passatempi sono quasi sempre complicati. Sarà che la mente umana è attratta dalle difficoltà, fatto sta che non per nulla si chiamano “rompicapo”. Pare che i primi a cimentarsi nei rebus siano stati gli egiziani 3 mila anni fa. Anche Leonardo da Vinci si divertiva con i cruciverba. Quand’ero ragazzo, furoreggiava il cubo di Rubik, dal nome del suo inventore, un architetto ungherese: bisognava ricomporlo facendo comparire i sei colori diversi sulle sue sei facce. Mica facile, ma ci riuscivo.
Per i numeri, invece, ho una misteriosa allergia. Ho chiesto a un amico psicologo: è grave non risolvere il sudoku? Ha risposto: “È grave se insisti a volerlo risolvere. L’intelligenza non si misura con il sudoku”.

Più ginnastica per gli studenti
In occasione della “Giornata mondiale per il cuore”, i medici hanno chiesto più ginnastica nelle scuole italiane. “Gli esercizi fisici fatti oggi - hanno spiegato - vi aiuteranno a stare bene da grandi”. In effetti i nostri ragazzi sono i più obesi d’Europa, perché trascorrono troppe ore inchiodati alla tv o al computer e fanno poca ginnastica a scuola.
Nelle elementari gli esercizi fisici sono a discrezione del maestro, nelle medie si va da 54 a 66 ore annue e nelle superiori non si va oltre le 2 ore la settimana. Difficile che escano campionesse come Vanessa Ferrari (nella foto). In tutte le scuole svedesi, tanto per fare un confronto, si fanno 5 ore di ginnastica a settimana, oltre al nuoto, lo sci e il pattinaggio.


CARLO CONTI RISPONDE

Chiedo perdono a una ragazza
C’è una brutta storia che mi ha fatto piangere e che non riesco a dimenticare. Parlo della tredicenne marocchina che è stata aggredita a Tollegno e marchiata con la svastica su un braccio da tre ragazzi che non so come chiamare: razzisti, bulli, o semplicemente ignoranti e delinquenti.
Era la fine di settembre, già tutto dimenticato. Mi domando: che fine ha fatto quella ragazza? Io ho qualche anno in più di quella tredicenne orfana del padre siciliano e quindi con la pelle appena meno chiara, ma sufficiente per sentirsi dire “sporca negra, vattene!”.
Tollegno è un paese piccolo a due passi da Biella, dove abito. Non ho mai visto razzisti da queste parti. Però i teppisti sono in aumento. A nome loro vorrei chiedere perdono a quella ragazza. Grazie per lo sfogo e ciao.
Loredana F., Biella

Cara Loredana, quel brutto episodio ha impressionato anche me. Che si tratti di teppismo o di razzismo ha poca importanza. Qualsiasi tipo di violenza, del resto, ha alle radici l’ignoranza. Ho letto che la ragazza aggredita avrebbe chiesto alla madre una “pillola sbiancapelle”, così da essere finalmente lasciata in pace. Non so se esiste davvero questa pillola. So che non serve la scienza per estirpare l’egoismo dal cuore delle persone. Rassicurati: la ragazza non è sola e sta bene.

Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10