Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

Una coppia che fa rumore

È arrivata la primavera e con la bella stagione è fiorito anche il nuovo disco di Benji & Fede, intitolato Siamo solo noise. Sono passati tre anni dall’uscita del loro primo album ed è stato come l’arrivo di un ciclone: 20:05, il secondo cd 0+ e tutti i singoli estratti hanno raccolto certificazioni di platino e d’oro.

Il rapporto con i fan, alimentato sui social e tenuto vivo durante gli appuntamenti instore, ha visto accorrere da Benji & Fede più di 100.000 persone. Ai loro concertibenji hanno cantato oltre 80.000 voci.

Siamo solo noise è stato anticipato dal singolo Buona fortuna che, per la prima volta, ha visto Federico nelle vesti di autore. Di questa e delle altre canzoni Benji & Fede ci hanno parlato pochi giorni prima della pubblicazione del disco.

L’intervista

Ogni vostro album ha sempre avuto titoli molto personali. Questa volta sembra che abbiate fatto un ragionamento diverso.
Benji: Anche Siamo solo noise è un titolo che ci appartiene molto. Rappresenta totalmente noi e il percorso fatto fin qui. Gli ultimi tre anni sono stati incredibili e questo è il nuovo capitolo del nostro cammino, il più importante di tutti. Letteralmente significa “siamo solo rumore”, ma il significato più profondo è che siamo io, Fede e i nostri fan. Per alcune persone siamo solo rumore, un’interferenza… ma in effetti di rumore ne abbiamo fatto per lasciare il segno, soprattutto all’inizio della nostra carriera, quando nessuno credeva in noi. Infine, per tornare al titolo, la musica è benjirumore. Rumore che piace o che non piace, quello dipende dai gusti personali.

Siete presi a modello da molti giovanissimi, e affrontate anche temi importanti per i ragazzi. Ci volete parlare del video di Buona fortuna?
Fede: In questo caso abbiamo affrontato il tema del bullismo. Al video ha partecipato Leonardo Bonucci, capitano del Milan, a cui sta a cuore la sensibilizzazione su questo tema. 
B: Durante l’adolescenza si è fragili, è facile sbagliare. A noi lo sport, insieme alla musica, ha aiutato tantissimo a crescere. Ci ha insegnato i valori più importanti, quelli che contano. Consapevoli di questo, e sapendo di essere osservati da tanti giovanissimi, cerchiamo di comunicare messaggi positivi. Invitiamo tutti i ragazzi e le ragazze a inseguire i propri sogni, a coltivare le loro passioni. 

Ci raccontate qualcosa sul brano Da grande?
F: Quante volte ci è stato chiesto da bambini cosa vogliamo fare da grandi? Centinaia di volte. E rispondiamo generalmente il calciatore, la ballerina… una bambina a noi ha risposto di voler fare la dottoressa, per aiutare chi non sta bene. Inbenji  Da grande i bambini che cantano sono in cura presso l’oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Modena. A Natale eravamo andati a suonare per loro, e questa volta siamo stati noi a chiedere loro di cantare nel nostro brano.
B: Per noi è stata una cosa bellissima, loro erano entusiasti.

Le influenze musicali maggiori di questo disco da dove arrivano?
F: Abbiamo attinto ai nostri gusti.
B: Fede ha cercato di applicare un po’ la metrica hip hop in alcune parti del cantato. Con questo non voglio dire che abbiamo cambiato genere, facciamo sempre pop.
Vi piace la trap (un rap un po’ più melodico, nda) che va per la maggiore in quest’ultimo periodo?
F: Preferisco il rap classico. Il rap con ritornello pop mi piace. 

Come trovate il vostro equilibrio di coppia artistica?
F: Siamo molto simili per tanti aspetti, ma abbiamo caratteri diversi. 
B: I nostri gusti sono simili, ci influenziamo a vicenda. Abbiamo tanto in comune nel modo di intendere la musica, soprattutto nel modo di farla: questa premessa è benjifondamentale per durare nel tempo. 

Avete mai pensato, se non vi foste incontrati, come sarebbe stato fare questo lavoro da soli?
F: Non ci ho mai pensato, non so. Credo che avrei comunque provato a fare della musica un lavoro, ma forse non sarei stato costante.
B: Penso che sarebbe stato più difficile e diverso. Essere in due aiuta, perché ci supportiamo e ci compensiamo. Fede ha dei lampi di genio ma non finalizza, ad esempio per quello che riguarda il marketing. Io rendo reali le sue idee, sono più concreto e più costante. Nella musica, invece, magari l’idea parte da me, ma poi lui è bravo a indirizzarla sulla strada giusta. Se fossi da solo probabilmente non farei musica. Mi piace pensare che potrei fare qualsiasi cosa, forse dipingerei in spiaggia a Venice Beach, in California, dalla mattina alla sera.

© Francesca Binfarè-Mondo Erre
 
 
Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10