Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

Sorridere per volare in alto

Ha solo 14 anni e ha già dimostrato di avere un gran talento. Stiamo parlando di Matteo Markus Bok, noto al pubblico televisivo italiano e anche già conosciuto dalle platee internazionali. Nato a Milano da mamma italiana e papà tedesco, Matteo è cresciuto in un ambiente multiculturale; fin da bambino ha frequentato scuole internazionali e ha dimostrato una precoce propensione per il canto e il ballo, oltre che per la recitazione. 

Abbiamo visto Matteo nel cast di Magic English, programma tv di Disney Junior Channel; in Germania ha partecipato al talent show The Voice Kids, arrivando in finale; l’anno scorso ancora tv in Italia, quando ha preso parte a Italia’s Got Talent cantando il suo primo singolo È diventata primavera, scritto dallo stesso Matteo. 

Ma non è tutto: la Disney ha scelto la piccola grande stella di Matteo per aprire gli show del tour italiano di Soy Luna, spettacolo tratto dalla serie tv omonima, e riconfermandolo per le date dei concerti in Germania, Slovenia e Austria. Nel frattempo, Matteo è stato concorrente di Sanremo Young, talent per giovanissimibok andato in onda su Rai 1. 

L’intervista

Sembra che tu abbia delle giornate intense. Che scuola frequenti?
Sono in prima liceo all’American School di Milano, e devo andare bene a scuola. Mia mamma me l’ha sempre posto come condizione: se non studio con profitto, niente musica.

Tu parli cinque lingue, è giusto?
Quattro, cinque è l’obiettivo. Parlo italiano, tedesco, inglese, spagnolo. Il francese sarà la prossima.

Però sei stato attratto fin da piccolo dall’arte.
Sì, a 9 anni ho interpretato Simba nel musical Il Re Leone. Però questa tendenza artistica è una cosa mia, non di famiglia. I miei genitori non mi hanno mai spinto a fare o non fare qualcosa. Mia sorella, che balla e che è una patita di musica, mi ha incoraggiato a interpretare Simba da bambino.

Sappiamo che pratichi anche diversi sport.
Calcio, equitazione, ho fatto nuoto a livello agonistico e altro. Mi piace, siamo una famiglia sportiva, ma quel musical con Simba mi ha aperto un nuovo mondo. Da allora ho preso parte ad alcuni musical e programmi tv, ho studiato danza… insomma, mi appassionano tutte queste cose, però da quando studio canto ho capito che il modo più vero per esprimermi è con la musica. Il mio sogno è essere musicista e cantante.

Ricapitoliamo: la scuola, gli impegni in tv, in alcuni periodi reciti nei musical o prendi parte ad altri show. Quando ti dedichi alla musica?
Dopo la scuola. Studio canto, piano, chitarra, faccio le prove. A volte ho anche il ballo. Poi mi dedico a scrivere le mie canzoni e, naturalmente, faccio i compiti.

bokC’è qualcosa che stai sacrificando per riuscire a fare tutte queste cose?
La mia è una scelta libera e consapevole. Invece di vedere gli amici scelgo di fare un concerto. Ho voglia di fare ciò che faccio, impegnarmi non mi pesa. Non mi manca niente, forse perché a 14 sono ancora piccolo: per me lo spettacolo è stato una sorta di gioco, a cui mi sono appassionato enormemente.

Nel corso del tempo hai anche pubblicato diversi singoli. Stai lavorando ad altri brani?
Sì, sto man mano imparando a scrivere le mie canzoni, ovviamente affiancato da altri autori. Credo che continuerò a realizzare singoli, in cui metto i miei sentimenti. Mi sembra che un album vero e proprio abbia senso per chi ha una carriera già avviata, non per chi è all’inizio. Un album deve mettere in luce tutte le sfumature di un artista, è questo per me il suo vero valore.

Cosa consiglieresti a tutti quei ragazzi che ti seguono?
Mi permetto di dare un consiglio che vale per qualunque tipo di sogno: bisogna applicarsi con dedizione, non mollando mai. Ho imparato che si deve dare il massimo anche quando le cose sono complicate, che si deve sorridere per volare in alto.

Che tipo di musica ascolti?
Non c’è un cantante preferito, ascolto tanti generi per imparare da tutti e capire qual è lo stile che sento più mio e che voglio fare. Infatti, proprio per trovare la mia via, sto scrivendo canzoni diverse tra loro. Comunque mi piacciono molto Justin Bieber, Ed Sheeran, Bruno Mars. Ascolto Michael Jackson, musica r’n’b, soul, rock. Dipende dai momenti.

Hai detto che la musica è l’espressione che senti più vicina a te. La recitazione l’hai accantonata?
La recitazione è stata importante per me, mi ha insegnato molto ma in questo periodo non sto mettendo a frutto quello che ho imparato in questo ambito. Se si presentasse l’occasione però lo farei.

© Francesca Binfarè-Mondo Erre
 
 
Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10