Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

CON CARLO CONTI

Bambini in vendita
Breve ritratto di un Paese dedicato ai ragazzi che non sanno accontentarsi e vorrebbero sempre tutto e subito. È il risultato di un lungo reportage che mi ha lasciato sgomento e che riassumo. Parliamo della Cambogia.
Ventisei anni dopo la cacciata di Pol Pot, l’Hitler dell’Indocina che fra il ’75 e il ’79 sterminò due milioni di connazionali, deportò l’intera popolazione nei campi, chiuse le scuole ed eliminò la moneta, la Cambogia continua ad arrancare nella palude del sottosviluppo.
Manca l’elettricità e l’acqua, 5 sui 13 milioni di cittadini vivono con meno di un dollaro al giorno, 7 milioni sono analfabeti e i ragazzi più poveri vengono risucchiati nelle spire delle organizzazioni criminali che controllano l’industria del sesso. Racconta Daniela Vagni, che coordina un “Centro di aiuti italiano”: “Sono stata avvicinata da una giovane donna che teneva per mano una delle figlie, una bambina di 5 anni. Mi ha detto: per 10 dollari te la puoi portare via”.

La grande sfida dei piccoli inventori
Annotatevi sul diario, per il prossimo novembre: Festival della Scienza a Genova. Lo dico con grande anticipo perché questo appena concluso era affollatissimo e alcuni ingressi vanno prenotati. Genova è una città affascinante, dove potete ammirare mille cose, non soltanto l’acquario più bello del mondo. Ogni novembre, poi, apre i suoi palazzi e le sue piazze ai giorni della scienza dedicati in gran parte ai ragazzi. Mostre, dibattiti, esperimenti in ogni angolo della città.
Ai Magazzini dell’Abbondanza di Porto antico ho visitato uno degli spazi più stupefacenti, “Gioca all’inventore”. È un laboratorio di improvvisazione dove trovare nuovi usi per oggetti comuni e ognuno può esercitare il proprio ingegno. Ho assistito all’arrivo di una seconda media. Prima hanno deciso insieme che cosa inventare, poi si sono divisi il materiale da riciclare: una mezza cannuccia, piatti di plastica, spago, elastici, due lattine, guanti di gomma, nastri, carta stagnola, monetine e palline di polistirolo. Sono nati il razzo più veloce per andare su Marte, una sveglia che pizzica i ragazzi dormiglioni e le scarpe che s’allungano. Adesso so che Archimede sarà maggiorenne prima del 2015.

I tatuaggi di Angelina
Cresce il numero dei ragazzi che vogliono disfarsi del tatuaggio. Leggo che almeno il 30% chiede di ripristinare la pelle al naturale. Ma cancellare i disegni non è semplice, anche se le tecniche oggi sono migliorate. Si tratta di operazioni lunghe (parecchie sedute), dolorose e care: dai 300 ai 1.500 euro.
Anche l’attrice Angelina Jolie, che ragazza non è più, avendo 30 anni, è una tatuata pentita. Ha confessato: “Ne ho tanti di tatuaggi e non è stata una buona idea. Ma questo lo capisci dopo. L’ultimo che ho rimosso? La scritta death, morte. Mi sono accorta che mio marito, Brad Pitt, non apprezzava”. Nel frattempo la Cassazione ha stabilito che fare un tatuaggio ai minori senza il consenso dei genitori è reato. Chi lo pratica rischia una condanna per lesioni volontarie.


CARLO CONTI RISPONDE

Teatro, che passione!
Fin da piccola, sono stata una grande appassionata di teatro e ho sempre desiderato farlo. Infatti, ora frequento un liceo dove posso studiare teatro e praticarlo. Sto già facendo spettacoli “veri e seri”, anche se so che il viaggio sarà lungo, impegnativo e ricco di ostacoli, ma sono pronta ad affrontarli. A volte, però, mi sembra di essere un’incapace e un’illusa. Perché? E non ti è mai capitato di sentirti certi giorni meno appassionato al lavoro che in altri?
Anonima

Cara Anonima,
chiunque faccia spettacolo ha incontrato le tue stesse perplessità. Ci sono giorni che ti senti un leone, altri un pulcino. Influiscono tante cose, compresa la vita quotidiana, con i suoi problemi. Per cui è normale avere alti e bassi, soprattutto in una disciplina impegnativa come quella del teatro. Non gettare però la spugna. I tuoi dubbi e le tue insicurezze rientrano nella lista delle difficoltà del mestiere che vuoi fare. Ma tu dimostri di aver già capito come superarle: con determinazione e passione. Auguri di cuore.
Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10