Extra
Formula abbonamento
La Buona Notizia
La Buona Notizia
Spazio scuola
Scarica dai link qui sotto i pdf delle guide ai libri di Valerio Bocci.

LE PARABOLE SPIEGATE AI RAGAZZI

Scarica tutta la guida

I DONI DELLO SPIRITO SANTO SPIEGATI AI RAGAZZI

Introduzione
DONI

LE BEATITUDINI SPIEGATE AI RAGAZZI

Introduzione
BEATITUDINI

10 COMANDAMENTI SPIEGATI AI RAGAZZI
10 COMANDAMENTI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE MEMORIE DELL'ORATORIO

Scarica tutta la guida
Guida Memorie

GUIDA ALLA LETTURA DI CHE RAGAZZI!

Scarica tutta la guida
Guida Che ragazzi
chiudi_box
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 01 02 03 04 05 06 07 08 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

...CON CARLO CONTI

Una scuola senza professori
Mi sembra interessante l’esperimento pilota nel ginnasio di Wetzikon, sobborgo benestante di Zurigo. Funziona così. Nel primo semestre della quinta classe, metà dei corsi prosegue come sempre. Ma in tedesco, matematica, fisica, francese, inglese, sport, più la materia di specializzazione, gli studenti lavorano sul programma senza i professori. Possono studiare da soli o in gruppo, a casa o a scuola che rimane aperta sino alle 18,30.
Una volta la settimana, nell’ora di riflessione, discutono con gli insegnanti, che poi valutano il lavoro svolto a fine semestre. Per dubbi e domande si può approfittare delle lezioni comunque in corso al mattino, inviare una mail al docente o cercarlo nell’orario di ricevimento. I risultati sono controversi. I voti dei ragazzi sono migliorati in molte discipline, peggiorati in altre, soprattutto matematica e fisica.
Il sistema incoraggia lo sviluppo della personalità, chi ha voglia di studiare trova una spinta in più. Ma i più deboli accusano maggiori difficoltà e si trovano sommersi dalla troppa responsabilità. Alla fine, quasi tutti riscoprono l’importanza di avere un maestro accanto.

Attenti a internet
Ragazzi, avete letto l’avvertimento di Umberto Eco? Il famoso semiologo e romanziere ha sparato a zero contro le scorciatoie culturali della grande rete. “Internet mi ha cambiato la vita - ha detto - e naturalmente lo uso, ma il più delle volte quello che ci trovo mi serve solo per richiamare la memoria. Poi devo verificare su un libro. Quando faccio una citazione da materiale preso su internet non ho la garanzia che questo materiale sia degno di essere pubblicato”.
Ha concluso il professore: “Cari studenti, non voglio richiamarvi all’uso della penna d’oca, ma ricordatevi che la formazione avviene solo attraverso un rapporto spirituale tra maestro e allievo. Un rapporto che può svolgersi solo in presenza e non nell’assenza, che è tipica dell’informazione virtuale. La cultura non è solo un accumulo di dati, ma il risultato del loro filtraggio”. Sottoscrivo e non riesco ad aggiungere una parola.

La stranezza diventa record
Arriva l’edizione 2007 del Guinness World Records, il libro dei primati stampato per la prima volta nel 1955. Catalogo di eccentricità, elenco di stupefazioni, specchio deformante del reale, il libro classifica ogni tipo di impresa, utile o futile: forza, abilità, coraggio, intelligenza, resistenza. E, diciamola tutta, anche stupidità.
Tra le novità di questa edizione, il più tatuato del globo: Lucky Diamone Rich, giocoliere neozelandese specialista nel mangiare le spade. Ha impiegato mille ore per farsi istoriare interamente il corpo, incluse palpebre, orecchie e gengive. Kam Ma, inglese, sfoggia invece 1.015 piercing.
Il libro rivela che Nicole Kidman (nella foto) è l’attrice più pagata: 928 mila dollari al minuto per uno spot. L’uomo più alto è il cinese Xi Shun: misura 2,36 metri. Ma per ritornare ai più bizzarri, ecco l’americano Bryan Berg che ha costruito il più grande castello con le carte da gioco: è alto 7,71 metri e ha 131 piani. E poi c’è Peter Doweswell che è il più veloce bevitore di birra: ne scola una in 2 secondi.
Per entrare nel Guinness, con un record da battere o da stabilire, presentate la domanda al sito www.guinnesworldrecords.com. La risposta entro 6 settimane. E auguri.

CARLO CONTI RISPONDE
Ma chi è il tamarro?
L’altro giorno un compagno di scuola mi ha detto: “Sei proprio un tamarro!”. “Tamarro sarai tu!”, gli ho risposto. Poi mi sono chiesto: ma che cosa significa tamarro? Puoi dirmelo tu? Grazie e ciao.
Lorenzo, Milano

Caro Lorenzo,
la parola tamarro è già entrata nei dizionari. Indica il giovane di periferia che durante il week-end viene in città e veste alla moda, ma in maniera volgare. Il termine deriva dall’arabo “tammar”, venditore di datteri. Ovviamente, non tutti i tamarri sono meridionali: ma rientrano nel termine quelli che per modo di fare e di parlare si confondono con i discendenti degli ex emarginati delle periferie.
Nilus
Nilus
©AGOSTINO LONGO
Nilus


Gli amici di MondoerreGli Amici di Mondoerre

  

Gli amici di Mondoerre

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 www.scuola.elledici.org www.igiochidielio.it BimboBell www.oratoriosing.it/ www.associazionemeter.it www.tremendaonline.com www.dimensioni.org www.esemalta.com www.noivicenza.it www.davide.it 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10